UNCONVENTIONAL BERLIN

Volevo condividere con voi miei compagni di viaggio alcune righe…impressioni di un viaggio iniziato e forse mai finito…come tutti i veri viaggi del rsto.

Non so voi…ma questi 4 giorni a Berlino mi hanno lasciato mille immagini non solo nella macchina fotografica ma sopratutto nel cuore.

Come ogni volta questa città mi rapisce e stupisce.Come ogni volta  ho camminato per chilometri senza rendermi conto del tempo che passava…Siamo passati dall’Ovest all’Est prendendo un treno…Attraversato sorridendo un muro oggi coloratissimo che un tempo era grigio come solo la vita di chi per attraversarlo ha rischiato la morte può essere.Abbiamo fotografato un uomo sconosciuto che fumava il narghilè che apparentemente sembrava non avere molto ma che era decisamente felice e che ci ha sorriso come se ci conoscessimo da sempre…forse merito del fumo o dell’alcool ma non importa.

Siamo saliti sopra una torre tanto alta da farci sentire in cima al mondo e da li visto persone piccole come formiche che sembravano uscite da un libro di Gulliver

Abbiamo camminato in cortili nascosti dietro a portoni ordinari sentendo cantare una donna dalla voce davvero bellissima…che ci è apparsa riflessa in uno specchio.Fatto una foto con ET…e con delle elegantissime fanciulle di bronzo in riva alla Sprea…Camminato tra  una foresta di steli di cemento nel cuore di una città sentendo solo silenzio e rincorrendo bambini che si rincorrevano tra loro per fermare con uno scatto un’emozione!

Ho conosciuto persone nuove…ritrovato “vecchi” amici.Tra una foto e l'altra abbiamo mangiato ciambelle squisite nel cuore della notte, cibo cinese lungo la strada, cantato in una birreria piena di sconosciuti…brindato con boccali di birra traboccanti a noi fotografi e viaggiatori stanchi ed affamati forse più di vita  e di immagini,che di cibo!

Ho osservato tutti voi perdersi in una passione comune…e sentire il bisogno irrefrenabile di farsi  una foto in una macchinetta a gettoni di Berlino Est avendo con se tre valige di reflex!…vi ho visti ridere del freddo che ci sferzava i volti…stupirsi del nuovo e riflettere sul passato.

Ho passato del tempo indefinito a riguardare le foto di questo viaggio ed ora vorrei poter tornare con voi e con nuovi amici a vivere questa avventura per rifotografare tutto con occhi nuovi.Un grazie immenso a Veronica e Zuleika le nostre indispensabili e splendide guide per avermi fatto innamorare per l'ennesima volta di questa città fuori dal tempo…Grazie a  voi per avermi accompagnato...Grazie a Berlino per avermi regalato ancora una volta tante emozioni….

Che dire...Un Viaggio straordinario!!!Vi aspetto al prossimo Workshop!